Racconto noir

Isabella Scotti

pinterest.com

Era   quasi   mezzanotte ,  quando,   deciso,   si   avviò   alla   macchina.  Era   una   notte   di   pioggia,   molto   fitta.   Tirò   su   il   bavero   dell’ impermeabile   e   affrettò   il   passo,   perché   aveva   dimenticato   l’ ombrello.   Ma   le   gocce   d’acqua   che   bagnavano   il   suo   viso ,   non   gli   davano   affatto   fastidio,   anzi,   in   un   qualche   modo   sembravano   purificarlo,   allontanando   pensieri   spiacevoli,   che   stranamente   lo   assillavano   da   giorni.    Ma   ora,    finalmente,   si   sentiva   sollevato.   Aveva   finito   di   occuparsi   di   quei   due  .  Quella   coppia…

View original post 604 altre parole

Pubblicato da Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: