Riconoscimento dei visi familiari del cervello

ORME SVELATE

Risultati immagini per Faces saatchi art Faces (Deepa Kern)

Uno studio pubblicato su eNeuro rileva che il riconoscimento dei volti varia a seconda del punto in cui appaiono nel campo visivo e questa variabilità viene ridotta imparando volti familiari attraverso le interazioni sociali. Questi pregiudizi sono stabili e idiosincratici. Ancora più importante, questi pregiudizi sono ridotti per identità più familiari che suggeriscono che il cervello riconosce i volti familiari noti in modo più uniforme attraverso il campo visivo. I risultati suggeriscono che le interazioni sociali ripetute possono sintonizzare le popolazioni di neuroni visivi nella rete di elaborazione del volto per consentire il riconoscimento costante e rapido di volti familiari. Le ricerche precedenti sul riconoscimento facciale umano si sono spesso concentrate su come le persone percepiscono visi non familiari, ma questa è una delle prime a esaminare come i primi processi visivi possano essere sintonizzati da regolari interazioni sociali con gli altri per ottimizzare la capacità di…

View original post 337 altre parole

Un pensiero riguardo “Riconoscimento dei visi familiari del cervello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...