Isabella Morra. Una poetessa lucana del’500. Le Rime. — VOCI DAI BORGHI

I fieri assalti di crudel Fortuna scrivo piangendo, e la mia verde etate; me che ‘n sì vili ed orride contrate spendo il mio tempo senza loda alcuna. Degno il sepolcro, se fu vil la cuna, vo procacciando con le Muse amate; e spero ritrovar qualche pietate malgrado de la cieca aspra importuna, e col […]

via Isabella Morra. Una poetessa lucana del’500. Le Rime. — VOCI DAI BORGHI

Pubblicato da Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: