Petrolio:Cane Ridens

Vincenzo Petrocelli

Petrolio:Cane Ridens

Tutto il territorio italiano è dichiarato dal 1996, “disponibile in maniera permanente alle attività di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi”(1) (L. 625/1996, art.3, comma 1), in barba alle energie rinnovabili, alle emissioni di CO2, alle decisioni da prendere consultando il paese, allo sviluppo sostenibile.

La Basilicata è la prima regione italiana per numero di permessi di ricerca e concessioni di coltivazione di idrocarburi e 702.536 ettari del territorio lucano, pari al 70,3% dell’intera regione, interessata dalle attività di esplorazione e coltivazione di idrocarburi.

Qualsiasi somma risarcitoria, le royalties, che le società petrolifere pagano, sono sempre e comunque briciole rispetto al danno enorme arrecato al territorio della regione Basilicata e, rispetto alle condizioni ‘regali’, con cui sono rilasciati i permessi.

Sulla questione petrolio si debbono porre con chiarezza dei limiti precisi. E’ necessario fermare uno sviluppo che oggi appare sempre più distorto.

La Basilicata non sarà salvata da…

View original post 865 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: