TERRA VIOLATA BY SURICO GIUSEPPE

Buongiorno a tutti

TERRA VIOLATA
Pag.96

Questa sera vi racconterò della vedova di guerra Filomena:si era appena sposata,quando lo sposo fu chiamato in guerra,era stata solo due mesi con Rocco,un bracciante agricolo un po’ tozzo,di altezza medio bassa,però era un buon partito,aveva un pezzo di terra,di circa mezzo ettaro,intorno aveva degli alberi di ulivo,mandorli e fichi,in mezzo la terra libera,dove un anno seminava il grano alternandolo con i legumi:fave,ceci e cicerchia,inoltre allestiva l’orto sotto gli alberi;in un angolo c’era il pagliaio con un piccolo pozzo e un bel pergolato di vite col quale riusciva a fare il vino per uso proprio.
Filomena,era figlia di una famiglia poverissima,bella ragazza,aveva molti “mosconi “intorno,lei si fece sedurre dal figlio del maestro di scuola elementare,lui studiava,andava via dal paese durante la settimana,ma tornava il sabato pomeriggio e se ne andava il lunedì mattina presto.
Loro si incontravano di nascosto,il sabato e la domenica sera,un amore immenso tra i due,andava avanti da quasi due anni ormai,il vicinato conosceva e sapeva dei loro incontri e criticavano.
Le sue amiche andavano a riferire a Filomena tutto ciò che sentivano in giro,lei non se ne curava,rispondeva:”è tutto invidia “.
La frase più frequente che circolava tra le zitelle e donne malelingue era:”si è montata la testa,quella presuntuosa,sicuramente rimarrà zitella,lui sta studiando,mentre lei è troppo ignorante e povera “.
Incurante Filomena proseguiva gli incontri col suo amato ragazzo;ma le cose belle durano poco!
Erano ormai trascorsi quindici giorni da quando lei aspettava il suo ciclo,che non arrivava.
Lo confessò al suo amato,il quale la rassicurò:”sono stato attento,non credo che sei incinta,può trattarsi di un ritardo,succede specialmente alle ragazze,lo dicono i miei amici in città “lei si rassicurò.
Ma non era così,cominciò a sentirsi poco bene la mattina,appena si alzava vomitava e ciò non sfuggì alla mamma,che mise sotto pressione Filomena,la quale confessò di aver fatto l’amore col suo ragazzo.
G.S.
CONTINUA

Tratto dal profilo di Facebook By Surico Giuseppe

Pubblicato da Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: