TERRA VIOLATA BY SURICO GIUSEPPE

Buongiorno a tutti

TERRA VIOLATA
Pag.211

:”Speriamo che don Eugenio fissi la data,è stato categorico,però,lui non sposa alla luce del giorno coppie che hanno fatto la “fuitina”.
Per essere sposati normalmente,bisognava arrivare puri al matrimonio,oppure essere vedovi entrambi,per tutti gli altri si deve sposare la mattina presto,prima che sorge il sole,alla presenza dei soli genitori per c’è l’ha e i compari d’anello.
I nostri genitori non ci sono,a me sono spariti e non si sa dove stanno,mentre i suoi l’ha chiamati il Signore.
Saremo solo noi quattro e le mie sorelle “”non ti preoccupare io ci sarò,anche se sarà di notte “.
Il giorno dopo,Angelamaria e Felice si presentarono da Filomena.
Lei subito presentò Felice a Filomena e a Marianicola che era presente,per tenere Cosimo:”questa è Filomena la mia migliore amica,la sua vicina e i suoi figli:Anna e Cosimo””bella famiglia,Angelamaria mi ha detto che la guerra ti ha portato via il marito e mi dispiace”.
Si trattennero una mezz’ora i due fidanzati,poi andarono via.
Marianicola:”Filomena,che bel ragazzo ha trovato la tua amica “”si è vero è proprio un bel ragazzo,speriamo che questo sia l’ultimo,ma penso proprio di si,visto che si devono sposare “.
Filomena,quella notte,non riusciva a dormire,pensava al ragazzo di Angelamaria,ne era segretamente gelosa,forse anche lei sentiva la mancanza di un compagno nella sua vita.
Passò una settimana dalla visita di Angelamaria,quando si presentò Giovanna da Filomena.
Era una visita strana,lei non era mai andata da sola a far visita a Filomena e quando c’era andata,si notava da lontano che era a disagio,forse portava un senso di colpa,per ciò che aveva fatto il padre a Filomena.
:”Buongiorno Filomena,mi manda Angelamaria “”entra e siediti,dammi un po’ di tempo,sto cambiando Cosimo,sai,da quando gli ho tolto la fasciatura,ha bisogno più spesso del cambio del pannolino “.
La fasciatura veniva fatta ai bambini appena nati,si avvolgevano le gambe dritte con una fascia fino alla vita,si fermavano con un paio di spilloni e si infilava in uno apposto sacchetto di stoffa.
Questa operazione si faceva fino a quando i neonati raggiungevano gli otto o nove mesi di vita,convinti che le gambe immobilizzate si rafforzassero.
G.S
CONTINUA
CATANIA 10/10/2020

Tratto dalla gruppo di Facebook Lucania la mia ragione di vita

Pubblicato da Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: